Browsing category

Music

Music,

“Panama” è il nuovo video per Capo Plaza in compagnia di Aya Nakamura

E’ uscito il videoclip di “PANAMA”, il nuovo singolo di CAPO PLAZA, star multiplatino tra gli artisti più importanti della scena rap italiana e internazionale, feat. AYA NAKAMURA, l’artista francese più ascoltata al mondo, di nuovo insieme dopo il successo del remix di “Pookie” del 2019, certificato triplo PLATINO per le vendite. Nel brano, la voce unica di Aya si unisce al caratteristico flow di Plaza che si conferma l’unico artista italiano ad aver collaborato con la star francese.  

Il video di “PANAMA”, per la regia di LateMilk e prodotto da Leon22, rappresenta attraverso una metafora l’attitudine che ha da sempre contraddistinto l’artista: la volontà di inseguire i propri obiettivi rendendosi indipendente e mostrandosi più maturo della sua età, proprio come accade al bambino che nel video veste i panni di Plaza.

“PANAMA” è contenuto in “PLAZA – DELUXE EDITION”una nuova versione dell’album “Plaza” che, uscito il 22 gennaio e certificato PLATINO con oltre 148 milioni di streaming, ha dominato la chart di Spotify Italia ed è entrato direttamente al n.1 della classifica ufficiale degli album. “PLAZA – DELUXE EDITION”, disponibile da oggi, contiene 5 nuovi brani di cui 3 con featuring internazionali: oltre a “Panama” feat. Aya Nakamura, “Envidioso” feat. Morad, il singolo uscito il 16 aprile prodotto da Mojobeatz e Voluptik, che vede il feat de “La voz della calle”, uno dei più importanti e riconosciuti rapper in Spagna e in tutto il Nord Africa, “Pronto” con Tion Wayne, artista capofila dell’hip hop inglese che ha scalato le classifiche di vendita in Inghilterra con “BODY” x Russ Millions e che ha scelto Capo Plaza per un esplosivo remix del brano stabile nella Top50 Spotify con oltre 8 milioni di stream, e i due inediti “I soldi parlano” e “Nuovo Canada”.

L’artista arriva a questo nuovo progetto dopo il successo dell’album Plaza, che contiene “Non fare così”, singolo certificato PLATINO, oltre a importanti feat internazionali: quello di “No Stress” con A BOOGIE WIT DA HOODIE, con cui ha collaborato anche in “Look Back At It” raggiungendo il DOPPIO PLATINO, sul fronte americano “VVS” con GUNNA, il rapper di Atlanta che in pochi anni è entrato nella più importante scena rapper americana, “Richard Mille” feat. LIL TJAY, il 19enne rapper newyorkese che arriva dal Bronx, e “Ferrari” con LUCIANO, il rapper tedesco di 26 anni di origini mozambicani che vive a Berlino. 

Capo Plaza ha esordito con “20”, miglior album di debutto del 2018, e il primo posto per il brano “Tesla” nella classifica annuale dei singoli, con un totale di 39 dischi di Platino, 21 dischi d’Oro e oltre 1.2 miliardi di streaming sulle piattaforme digitali.

Dopo hit estive come ‘Djadja’ con Maluma (PLATINO in Italia) e il recente successo virale su TikTok ‘Copines” (oltre 331 milioni e mezzo di views su YouTube), Aya Nakamura ha già reclamato il suo ruolo di una delle figure più importanti della musica francese contemporanea, prima artista in Francia con 7 tracce nella top10 della classifica, oltre 2 miliardi e mezzo di visualizzazioni sul suo canale Youtube. Aya è stata definita “One of the most important acts in Europe now, musically and socially” dal The New York Times, chiudendo il 2020 come la cantante francofona più streammata al mondo per il terzo anno consecutivo. Nel 2021 ha ricevuto la sua seconda nomination ai BET Awards come Best International Act. Recentemente ha pubblicato il suo nuovo singolo “Bobo”.

Music,

I campioni dello sport Gianmarco Tamberi, Sara Cardin, Lorenzo Guslandi e Enus Mariani sono i protagonisti del video “Quello che si perde” di Cartapesta

E’ uscito il videoclip di “QUELLO CHE SI PERDE”, il nuovo brano di CARTAPESTA, un progetto pop nato qualche mese fa dalla collaborazione tra il cantante Roberto Colzani, comasco classe ’96, e due ragazzi monzesi del ’98, Riccardo Diecidue, musicista, e Carlo Banchelli, autore. Il campione italiano di salto in alto Gianmarco Tamberi, la karateka campionessa mondiale Sara Cardin, il campione del mondo di Skating Lorenzo Guslandi e la medaglia d’oro europea di ginnastica artistica Enus Mariani sono i protagonisti del videoclip.

Lo sport come metafora della perseveranza e della capacità di superare gli ostacoli della vita. “Quello che si perde” racconta di questo: della paura di fallire, del timore di perdere quei sogni che si inseguivano da bambini, della forza di non mollare per ”andare insieme a toccare le stelle”.

«Nella vita – spiegano i tre ragazzi lombardi – capita di sentirsi smarriti, persi tra la necessità di trovare una strada sicura e il desiderio di inseguire i nostri sogni. Da bambini ci crediamo più legittimati a fantasticare. Crescendo, la paura del giudizio altrui e le insicurezze ci allontanano dai nostri desideri. Ma forse è proprio da grandi che meritiamo di darci la possibilità di sognare, quando siamo pronti ad affrontare il mondo con la giusta maturità e la consapevolezza degli adulti».

Perché il nome “Cartapesta”? La cartapesta nasce dalla fusione di cartacce e carte di giornale. Fogli apparentemente da buttare via, ma che in realtà contengono parole, esperienze, vita della gente. Allo stesso modo il progetto Cartapesta parte dai fatti di vita quotidiana, dalle esperienze del vissuto e trova il modo di rimescolarle, per dare forma alla musica.

Music,

Cattive abitudini è il nuovo singolo della cantautrice pugliese Merifiore

Di ribellioni e necessità di fare i “cattivi”. Ecco il contenuto di CATTIVE ABITUDINI, il nuovo singolo della cantautrice MERIFIORE, in uscita su tutte le piattaforme digitali per Qui Base Luna / Freecom.
 Con un approccio molto più rock del solito, Merifiore firma questa ballata delle cattive abitudini, celebrazione del “carpe diem”, a scapito del politically correct, quando necessario.
 “In questo brano racconto gli strascichi di un lockdown passato nella noia e nell’isolamento – spiega Merifiore – Un periodo alla fine del quale rimane solo la voglia di gridare e dimenticare.”

“Ogni volta mi sembra impossibile rinunciare al piacere per un po’ di salute” canta Merifiore nel brano scritto insieme al rapper salentino Vipra. E con questa dichiarazione torna a farsi sentire ironica e irriverente, ma accompagnata da un suono decisamente più caldo. La produzione, a cura del suo fedele collaboratore, produttore e polistrumentista Filippo Bubbico, è impreziosita dalle chitarre di Claudio Bruno (Gazzelle, Fulminacci) ed è guidata dalla visione artistica di Valerio Smordoni (Gazzelle, Coez). 
 

Music,

Il golden boy del violino Valentino Alessandrini debutta con un elegante e raffinato inedito

Virtuoso del violino e compositore, Valentino Alessandrini, talento marchigiano classe ’94, debutta per l’ etichetta INRI CLASSIC con l’inedito “Part of Me”accompagnato da un elegante videoclip ufficiale. Giovanissimo, ma con già alle spalle una lunga carriera di concerti ed eventi in tutto il mondo in veste di solista, Il nostro “ Golden Boy del Violino” è capace di spaziare dalla classica alla musica pop come dimostrano il suo curriculum da concertista e la sua fortunata collaborazione con l’importante DJ e produttore americano Markus Schulz e la cantante London Thor per il singolo “Feel Alive”.

Prima prova di scrittura per Alessandrini, il singolo”Parte of Me” è solo un assaggio del nuovo e piu consapevole percorso artistico intrapreso dal musicista. Le composizioni e gli arrangiamenti del talentuoso violinista si preannunciano cosi come un connubio di suoni classici e sonorità moderne che danno vita ad uno stile unico e identificabile capace di oscillare dai riferimenti a Vivaldi, Bach, Paganini quanto a quelli dei contemporanei Yiruma, Einaudi, Coldplay e Ed Sheeran: una fusione di stili che mira ad avvicinare i giovani al mondo senza tempo della musica. Part Of Me è una mia composizione: ho scritto, suonato e registrato nel mio studio l’arrangiamento per violino, pianoforte e archi. Dopo aver realizzato il mixaggio e il mastering, ho ideato e scritto una storia rappresentata nel video musicale che uscirà a breve.

Il brano racchiude ed alterna sonorità dolci e malinconiche ispirate al ricordo di una travolgente storia d’amore.“Part Of Me” è il viaggio interiore che scava nelle mie “corde” più profonde e attraverso il quale cerco di donare agli ascoltatori la parte più intima di me.

Music,

È online il videoclip di “Rumors” il singolo d’esordio del cantautore, produttore e polistrumentista ZO VIVALDI

Con questo brano l’artista, dopo aver firmato pezzi per nomi del calibro di Fedez Dark Polo Gang, ha esordito ufficialmente nella scena musicale italiana portando una ventata di novità e freschezza. Il video di “Rumors” è ambientato in Sardegna, all’Isola Rossa, dove ZO VIVALDI ha vissuto letteralmente da naufrago per una settimana. Esso è infatti il risultato del montaggio di una serie di filmini che l’artista ha realizzato in autonomia, per documentare la sua avventura intrapresa per sfuggire al turbine di pettegolezzi, ego e ostentazione della società moderna, a quei “rumori” nella testa che anche il titolo suggerisce, a quelle insicurezze e a quelle paranoie che spesso impediscono di mettersi in gioco. 

ZO VIVALDI decide di interrompere la vita metropolitana per un po’ e trasferirsi in un piccolo paesino mediterraneo. La ricerca della sua pace interiore lo porterà tuttavia a naufragare su un’isola deserta, dove vivrà alcuni giorni di avventure in solitudine, cercando di sopravvivere, finché un pescatore di passaggio lo riporterà sulla terra ferma. L’artista propone quindi, in chiave ironica, la metafora dell’isola, per rappresentare il momento di isolamento inaspettato che tutti stiamo vivendo a causa della pandemia, dove rimaniamo soli e impotenti, proprio come un naufrago.

Con “Rumors” il talentuoso ZO VIVALDI apre quindi un nuovo capitolo della propria storia musicale e passa dall’essere autore a cantautore a tutti gli effetti, mettendo al proprio servizio il talento che lo ha contraddistinto e che lo ha portato a scrivere per alcuni degli artisti più importanti in circolazione. «Ho deciso di iniziare questo progetto musicale che vede me protagonista non necessariamente per il desiderio di mettere la mia faccia sulla musica che creo, anzi, l’idea della popolarità mi spaventa molto – racconta ZO VIVALDI – Ma dopo aver fatto l’autore per diversi anni mi rendo conto che alcune canzoni non puoi metterle al servizio di qualcun’altro, sono tue e basta, ed è giusto che sia così».

Musicista, cantautore e polistrumentista di livello, nonostante la giovanissima età possiede uno stile unico e originale, che si riflette sia nella sua vita che nel suo approccio alla scrittura e alla produzione. Un’attitudine alla musica che coniuga la tradizionalità degli strumenti utilizzati alla modernità con cui vengono integrati e che conferisce ai brani un’anima pop e assolutamente al passo coi tempi. “Rumors”, in particolare, è stato concepito e registrato seguendo una concezione totalmente analogica, che ricorda le produzioni degli anni ’90, ma con melodia e parole in pieno stile pop urbano 2021. 

Music,

La Badante dichiara guerra al reggaeton e alle più rinomate mete estive

È sfida aperta al reggaeton ma non solo: La Badante torna insieme alla calura estiva e intona il nuovo dissacrante inno “Odi il Reggaeton”, singolo disponibile in radio e su tutte le piattaforma digitali su etichetta INRI / BMG. Oggetto dell’irriverente manifesto non solo la critica all’inconfondibile ballo latino ma anche contro  “le storie cringe degli altri, le risse le russe e i calciatori e le feste in terrazza piene di spacciatori, Formentera Mykonos Dubai, le “baby-squinzie” pazze della trap, i cantanti indie con i soldi di papà”.

 
 
Dopo l’esordio con l’album “L’Amore è un algoritmo borghese” – che ha superato il milione e mezzo di streaming e in Spagna ha raggiunto il 4° posto su iTunes tra gli album più venduti – e il singolo “Superficiale”, “Odi il reggaeton” è il nuovo inedito-manifesto del gruppo misterioso “La Badante” che prende in giro e si prende in giro usando lo stesso reggaeton come ritmo ma anche archi mediorientali mischiati a loop contemporanei nel malcelato intento di entrare in testa a chi l’ascolta.
Music,

Hu pubblica il singolo “END” in compagnia del collega M.E.R.L.O.T conosciuto a Sanremo Giovani

Dopo il successo di Sanremo Giovani, in cui è riuscita ad ottenere il consenso di critica e pubblico, con grande attenzione da parte degli addetti ai lavori, Hu, artista tra le pochissime nel panorama musicale italiano ad essere cantautrice, producer e polistrumentista, torna con il suo nuovo singolo “END” feat. M.E.R.L.O.T, nome d’arte di Manuel Schiavone, cantautore classe ‘98 che nella sua musica unisce pop, tradizione ed echi hip hop. Cosa proviamo quando una storia finisce? In quanti pezzi si frantuma il nostro cuore e dove vanno a finire? Il testo di “END”cerca di dare risposta a queste domande, nel racconto di una storia fatta di adattamento e di rinascita dopo una rottura, per insegnarci che la fine di una relazione è solo un rito di passaggio per ricostruire una versione più bella e preziosa di sé stessi.

Il brano racchiude un tema nascosto, la filosofia giapponese del kintsugi: una tecnica che, in un ossimoro di materiali poveri (il vetro, la ceramica) e preziosi (l’oro), è in grado di dare nuova vita alle rotture, trasformandole in oggetti unici. Come i vetri, se esposti a forti urti si infrangono in mille, lucidissimi pezzi, così anche le relazioni, nei momenti di crisi, tendono a spezzarsi in acuminate punte che difficilmente riescono a tornare al loro aspetto originale. Tuttavia, i fili d’oro che uniscono le rotture materiche riportano ordine al caos e rappresentano una vera e propria ricostruzione emotiva, quella che ognuno di noi ha affrontato almeno una volta nella vita.

Music,

Non è estate senza un nuovo tormentone di Takagi & Ketra insieme all’inconfondibile voce di Giusy Ferreri

Il travolgente duo di produttori multiplatino e hitmaker per eccellenza Takagi & Ketra ritorna per accendere l’estate 2021 con il singolo “Shimmy Shimmy”. Il brano vede la straordinaria collaborazione di Giusy Ferreri, che ha consolidato con i Re Mida del pop italiano un’indiscussa chimica vincente, come testimoniano le precedenti fortunatissime uscite discografiche realizzate insieme: un giro del mondo sonoro iniziato  con “Amore e Capoeira” (2018, quintuplo Platino), proseguito con “Jambo” (2019, triplo Platino) e che ora si completa con “Shimmy Shimmy”. Dopo aver dominato la classifica puntando sul Baile do Favela e sull’Afro beat, anche quest’anno l’estate italiana sarà accompagnata dall’inconfondibile colonna sonora di Takagi & Ketra con “Shimmy Shimmy”: un brano dalle sonorità mediorientali, in cui passione, divertimento e spensieratezza sono gli ingredienti che creano un cocktail travolgente, da gustare sotto il cielo stellato della bella stagione in arrivo.


«Non c’è due senza tre», raccontano Takagi & Ketra, «e così quest’estate torniamo per la terza volta insieme a Giusy – grande interprete e cantante oltre che meravigliosa amica – per far muovere tutti al ritmo di Shimmy Shimmy,  una canzone che richiama le atmosfere care alla musica araba e mediorientale. Ci piace esplorare territori sonori nuovi e tradurli nel nostro stile urban pop, un viaggio fra culture diverse che ci stimolano sempre. Il nostro giro del mondo musicale quest’anno si arricchisce con molti suoni da quelli della darabouka, strumento a percussione usato in Nord Africa, Medioriente e Asia, al caratteristico sitar indiano. Un mix esplosivo che riporta alla mente il fascino delle belly dancer: Shimmy Shimmy infatti è proprio il tipico movimento della danza del ventre, sensualissimo e vibrante di energia positiva, quella di cui abbiamo bisogno ora che d’improvviso tutto sembra poter ricominciare a vivere.»


Aggiunge Giusy Ferreri: «E anche questa volta Takagi e Ketra hanno fatto breccia nel mio cuore, coinvolgendomi  in questo nuovo viaggio che vuole essere un omaggio all’Arabia e al Medioriente. Con questa ulteriore collaborazione andiamo a completare coerentemente il nostro viaggio musicale. Le loro sonorità arrivano sempre potenti, incalzanti ed energiche e non ho saputo resistere a Shimmy Shimmy, sono certa che in tanti avranno voglia di ballarla e divertirsi insieme a noi.»
“Shimmy Shimmy” arriva a pochi mesi di distanza da “Venere e Marte” (disco di Platino), con la collaborazione di Marco Mengoni e Frah Quintale.
Takagi & Ketra sono un fenomeno da oltre un miliardo di stream totali e oltre 130 dischi di Platino e un disco di Diamante. Lavorano insieme dal 2014 e sono da sei anni consecutivi i produttori del “singolo più venduto dell’anno” in Italia. 

Music,

Bob Sinclar torna con una nuova hit estiva dal sapore eighties con l’aiuto di Molly Hammer

Reduce dal successo di “I’m On My Way”, che è stato la colonna sonora dell’estate post-lockdown, BOB SINCLAR torna sulle scene internazionali con WE COULD BE DANCING, un nuovo brano in omaggio agli anni ottanta. Il brano, interpretato dalla giovane cantautrice svedese Molly Hammer e pubblicato da Time Records.

Il famoso deejay e produttore francese, molto amato anche in Italia, continua a trascinare milioni e milioni di fan con la sua contagiosa energia e il suo entusiasmo. Sinclar ha fatto centro anche questa volta e WE COULD BE DANCING si candida ad essere una delle hit dell’estate 2021.

BOB SINCLAR è tra i più longevi deejay e produttori della scena internazionale. Con una carriera ultraventennale costellata da hit mondiali, centinaia di dischi di platino e oro, Sinclar è una vera leggenda. Vanta un seguito invidiabile sul suo canale ufficiale YouTube, con oltre 600 milioni di visualizzazioni, ha pubblicato nove album e un’infinità di brani che sono entrati a far parte della storia della musica dance mondiale (tra i quali spiccano “I’m On My Way”“Electrico Romantico” con Robbie Williams, e i meno recenti “I Believe”“World, Hold On”“Love Generation”“Til The Sun Rise Up”“Someone Who Needs Me”“Cinderella” e “Far l’amore”).
Sinclar è anche un’icona fashion. Ha fatto da modello e ha prestato la sua immagine come testimonial di marchi famosi in tutto il mondo. Amante dell’arte in tutte le sue espressioni, colleziona quadri di arte moderna e oggetti pop. Appassionato giocatore di tennis, ha girato un video sul campo del “Roland Garros” durante gli Open di Francia.

Music,

Tiziano Ferro, Marracash e Due’ Pequeno insieme per ridare luce ad uno dei più grandi successi dei Sottotono

“Solo lei ha quel che voglio 2021” dei Sottotono feat. Tiziano Ferro, Gué Pequeno e Marracash, una canzone che racconta a suo modo una “storia nella storia”, oltre ad essere una nuova anticipazione – dopo il singolo “Mastroianni” – del sempre più atteso album “ORIGINALI”, che uscirà il 4 giugno 2021, lavoro che segna il ritorno definitivo di Tormento e Big Fish insieme sulle scene. Ci sono cerchi che si chiudono e “Solo lei ha quel che voglio 2021” ne è davvero una dimostrazione preziosa.

Tiziano Ferro, uno degli ospiti d’onore del brano, non è solo un featuring di indiscutibile livello per rendere ancor più scintillante il remake targato 2021 di una hit storica del duo, tratta dall’LP “Sotto effetto stono” del 1996. Più di vent’anni fa, prima ancora che si avviasse la sua folgorante carriera da solista, nella formazione live dei Sottotono c’era proprio lui a dare più di una mano sulle parti vocali. “I Sottotono per me sono stati sogno, opportunità, lavoro, divertimento, lezione” ha scritto lo stesso Tiziano dal suo profilo Instagram, qualche giorno fa. Aggiungendo: “Non ringrazierò mai abbastanza Big Fish e Tormento per avermi scelto a diciannove anni come corista e poi di nuovo oggi per questo meraviglioso progetto”.

Un cerchio che si chiude è anche quello con Marracash e Gué Pequeno, gli altri due ospiti speciali della traccia: oggi affermati dominatori delle scene, ma a metà anni ’90, quando ancora erano appassionati della cultura hip hop e ancora dovevano debuttare in campo discografico, sinceri ammiratori dei Sottotono e della loro capacità di aprire nuove vie per la musica italiana. 

Tormento e Big Fish insieme arricchiscono di nuovi colori e nuova consapevolezza la versione originale. “Solo lei ha quel che voglio 2021” così rinasce a venticinque anni di distanza, sposando i suoni della contemporaneità. 

Music,

Leo Gassmann pubblica il singolo “Down” brano che lo ha aiutato ad esorcizzare paure ed insicurezze

“Down” è il nuovo singolo di Leo Gassmann che sceglie di esorcizzare i problemi legati ad un periodo difficile della sua vita. Il brano fotografa la lotta del giovane artista con i propri demoni interiori: le paure, le angosce, le insicurezze e le delusioni che ha vissuto sulla sua pelle nell’ultimo anno diventano mostri da guardare negli occhi e affrontare, attraverso la musica.  Leo invita l’ascoltatore ad imparare a convivere con le proprie vulnerabilità, a trasformarle in risorse e a riconoscere quanto queste ultime siano in grado di definirci una volta accettate.

Music,

“Resta con me” è il nuovo singolo dell’attore e cantautore Paolo Fantoni

Dopo un intenso percorso teatrale e televisivo (”Un medico in famiglia”, “Alex&Co”, “È arrivata la felicità”, spot “Dolce&Gabbana Rosa Excelse”) e due singoli, PAOLO FANTONI esce con “Resta con me” (Warner/Flamingo Management). Il brano, prodotto da Livio Magnini (Bluvertigo) e distribuito da Warner, racconta della travagliata storia d’amore tra due amanti ormai incompatibili.  “Resto a pensare alle favole amare, dove il lieto fine consiste soltanto con la scritta fine”. Si conclude così il testo di “Resta con me”, brano fortemente influenzato da sonorità hip-hop, che descrive con dovizia di particolari, emotivi e ambientali, le macerie di una storia d’amore sofferta e intensa. 

“Resta con me è la canzone che mi sono divertito di più a scrivere – spiega Paolo – Sono sempre stato influenzato dalla musica rap, dall’hip hop ma soprattutto dal cantautorato. Ho provato a fondere questi generi dandogli una forma personale. Non mi reputo un rapper ma a volte è il genere che più ti aiuta a raccontare una storia. E nel caso di ‘Resta con me’ è quello che mi serviva.

Music,

“Quanto fa skifo l’amore” è il nuovo singolo di Berlino84 per Meltina Records

BERLINO84, alias Fabio Picciocchi pubblica il suo nuovo singolo “Quanto fa skifo l’ amore” un pezzo pop nato per dire che l’amore fa skifo, si fa talmente skifo che non c’è turbamento più forte dell’ amore . Senza L’ amore non esisterebbero film, canzoni, concerti. L’amore cambia il modo di vivere delle persone e del mondo, anche quando quest’ultimo fa skifo. Questa la spiegazione che il cantautore avellinese dà del suo brano.

Music,

“Sulla mia pelle” è il nuovo singolo del rapper Anto Paga

Prodotto da Nicky Noise, “Sulla mia pelle” parla di una relazione fatta di necessità e complicità, nella quale rifugiarsi e ritrovarsi, la cui intensità è talmente profonda da lasciare una traccia indelebile. Il brano arriva dopo i singoli “Vorrei Dirti” “La Parte Più Bella Di Me”, che sono diventati virali su Instagram e TikTok e hanno collezionato milioni di stream su Spotify.

«Il brano “Sulla mia pelle” – dichiara l’artista – parla d’amore ma in chiave pop moderno. È stata scritta ispirandosi ad una relazione molto forte, difatti il testo dà un peso decisivo al proprio amore che risulta così grande da essere inciso sulla propria pelle».

Antonio Pagano, in arte ANTO PAGA, è un cantante e autore italiano. Classe 1995, Anto Paga nasce a Erba (CO), un piccolo paese della Brianza, dove comincia il suo viaggio nella musica rap.  Il suo percorso artistico inizia con la scrittura delle prime poesie per poi incidere, a soli 16 anni, il primo mixtape in cui affronta tematiche miste tra amore e vita di strada. Successivamente, all’età di 20 anni, Anto Paga avvia un nuovo percorso musicale ed inizia a crearsi un pubblico affezionato. Nel 2019, in modo totalmente indipendente, pubblica “Vorrei Dirti”, brano che lo porta a scalare le classifiche di Spotify,Instagram e Tik Tokriconoscendolo come uno degli artisti emergenti più promettenti d’Italia. Nel luglio del 2020 esce l’EP “La parte più bella di me” che accumula milioni di streaming e che gli consente di acquistare una notevole fama, confermandolo fra novità più forti del panorama musicale italiano.

Music,

Federica Carta e Mydrama unite contro l’omofobia nel nuovo singolo “Tocca a me”

FEDERICA CARTA è pronta a farsi portavoce di un nuovo importante messaggio sociale. Dopo aver cantato di cyberbullismobody positivity e self-love, lancia ora un brano up-tempo che abbraccia pop, urban e contemporary R&B. “TOCCA A ME”, il suo nuovo singolo feat. MYDRAMA. “Tocca a me” è un potente inno alla diversità e al coraggio di essere chi sappiamo di essere. È una canzone di denuncia che urla libertà per un’intera generazione impegnata contro ogni forma di omotransfobia, Federica riscopre in maniera forte e matura la possibilità e l’importanza di usare la propria voce per una missione universale. E lo fa senza paura mano nella mano con MYDRAMA, artista che nel 2020 partecipa a X-Factor e colpisce tutti con l’inconfondibile timbro della sua voce potente e graffiante che, nonostante la giovanissima età, cela una sofferenza toccante, sincera e tormentata, che rimane impressa al primo ascolto.

Nel videoclip di “Tocca a me” per la regia di Priscilla Santinelli, oltre alle due artiste sono protagonisti, tra gli altri, due rappresentanti della GenZ da sempre promotori dell’inclusività e in lotta per la parità di dirittiMuriel, celebre youtuber, influencer e attivista LGBTQ + e Emanuele Ferrari, uno dei creators più influenti d’Italia. A svelare la loro presenza con un teaser del video è stata Federica sui social il 17 maggio, Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia.

È a questi ragazzi che Federica e MYDRAMA parlano, dedicando loro abbracci, baci e carezze colmi di supporto e solidarietà. Alcuni insulti omofobi accompagnano le prime immagini della clip che diventa uno specchio sulla realtà più cruda, tra forme di discriminazione e violenza. Ma la generazione genderless e multiculturale che viene raccontata nel video è pronta per un’importante presa di consapevolezza: la liberazione dal giudizio altrui e dalla violenzaNiente più bende sugli occhi: solo la volontà di vivere alla luce del sole il proprio amore e la propria identità. 

Federica Carta MYDRAMA hanno partecipato alla manifestazione dello scorso 8 maggio all’Arco della Pace di Milano a favore dell’approvazione del Ddl Zan contro l’odio omotransfobico, la misoginia e l’abilismo, e con “Tocca a me” prestano le loro voci per un messaggio fatto di rispetto e diritti a sostegno della comunità LGBTQ+.

“Tocca a me” ben si colloca nel nuovo percorso artistico di Federica Carta che non ha più paura a mostrarsi così com’è. Con questo brano rinnova così l’invito al suo pubblico ad accettarsi, volersi bene, perdonarsi, a fare della sofferenza un punto di partenza per essere più forti, a non piegarsi all’idea che gli altri hanno di noi e a non vergognarsi delle proprie fragilità che possono diventare delle vere e proprie armi pacifiche per una rivoluzione che parte da se stessi.

Music,

Fuori il nuovo singolo di Levante “Dall’alba al tramonto” in attesa dell’uscita del suo romanzo previsto per giugno

Due nuove produzioni artistiche per la cantautrice, entrambe ruotano intorno ai grandi temi della fine e dell’Inizio. Il nuovo brano “Dall’alba al tramonto”, una ballad ipnotica che ruota intorno a quelli che comunemente vengono ritenuti “poli opposti”, come appunto, l’alba e il tramonto, il giorno e la notte, l’inizio e la fine, e tutti quegli estremi che in realtà implicano per loro natura una condizione di reciprocità e dipendenza.  Come il giorno e la notte, anche molte relazioni umane si fondano su una polarità che si rivela solo apparente. Il tema è il timore della fine e la confidenza con l’inizio, per ritrovarsi nella tenera sentenza che quei due opposti sono due volti dello stesso momento.”  ha dichiarato Levante.

Una riflessione che si lega necessariamente anche al terzo romanzo di Levante “E questo cuore non mente”, in uscita l’8 giugno per Rizzoli, in cui il lettore segue la protagonista Anita nel suo viaggio introspettivo attraverso un percorso di psicoterapia che parte dalla fine (di una storia d’amore di Anita, in questo caso),  per tornare all’inizio, curare l’anima dalle ferite del passato e abbracciare finalmente la scatola nera delle proprie emozioni. Il brano “Dall’alba al tramonto” è concepito come un dialogo tra due persone che si risolve nel ritornello, esplodendo in una gioiosa riflessione sulla fine delle cose e sulla potenza di rinascita che portano con sé.

È online da oggi anche il video, un omaggio all’immaginario degli anni 60, con Levante assoluta protagonista. Ampliando la tematica del principio come inizio e come rinascita, il videoclip di “Dall’alba al tramonto” è concepito come un omaggio essenziale agli anni 60 in Italia e al loro immaginario visivo dal punto di vista di una artista in preparazione per uno show. Un tributo all’estetica di quel periodo di velocissima trasformazione socio-economica e di rinascita anche culturale, in cui la percezione della “fine” di un periodo buio si affiancava all’entusiasmo collettivo e alla fiducia nel domani come foriero di nuove opportunità.

Music,

“Among Us” è il nuovo singolo di HEMEL il dj producer italiano più talentuoso della scena dance/elettro italiana

È online il videoclip ufficiale di “Among Us” (Strakton Records), il nuovo singolo del talentuoso dj romano HEMEL, giovane promessa della musica dance ed elettronica. Il brano è nato per esprimere la voglia e il bisogno dei giovani di tornare a vivere, ballare e ascoltare la musica nei locali, per trovare in mezzo a mille persone gli occhi di chi ti dà una ragione per non andare via. La stessa necessità emerge anche nel videoclip che lo accompagna, da cui si evince il desiderio di rivivere la socialità in modo naturale e leggero. 

HEMEL regala una fotografia nostalgica dell’estate spensierata che vorremmo rivivere, fatta di momenti semplici ma che lasciano ricordi indelebili: la musica ascoltata insieme, le foto di gruppo, le passeggiate in riva al mare, i balli sulla spiaggia e gli amori sbocciati attorno a un falò. HEMEL ha presentato “Among Us” dal vivo in un esplosivo dj set che si è tenuto sabato 15 maggio a Roma presso l’hotel “The Hive” ed è stato trasmesso sui canali social dell’artista. Una location sofisticata ed elegante in netto contrasto con lo skyline mozzafiato e senza tempo della Città Eterna ha fatto da perfetto sfondo a un’esibizione energica e potente, con cui HEMEL ha potuto finalmente tornare alla consolle live e condividere la sua musica davanti a un pubblico. 

“Among Us” giunge in seguito alla pubblicazione di “Don’t You Never Stop Me”, uscito nel 2020, un brano in perfetto stile dance che ha suscitato l’attenzione del grande pubblico portando HEMEL a conquistare il primo posto della classifica di TIM MUSIC e lacopertina della playlist “Hot Dance” stilata dalla piattaforma. Un grande traguardo che ha permesso all’artista di farsi strada nel panorama musicale attuale come uno dei dj più talentuosi e promettenti della nuova generazione. 

Music,

“Er musicista” è il brano di Tiromancino e Franco126 che fa parte della colonna sonora del film “Morrison” di Federico Zampaglione

“ER MUSICISTA” brano scritto e cantato da TIROMANCINO e FRANCO126 che fa parte della colonna sonora di MORRISON, il film di FEDERICO ZAMPAGLIONE dal 20 maggio in tutte le sale cinematografiche (distribuito da Vision Distribution). “ER MUSICISTA” arriva dopo il successo di “CEROTTI”, anche questo nella colonna sonora del film, scritto a quattro mani da FEDERICO ZAMPAGLIONE e GAZZELLE, ennesima conferma del rapporto ormai più che consolidato tra il cantautore romano e la nuova generazione di cantautori italiani, quell’indie di cui Zampaglione è considerato a ragion veduta uno dei padri fondatori. 

Er Musicista – racconta Federico Zampaglione – è una canzone un po’ particolare. Nel testo ho evocato monologhi di Califano, rimasti impressi in modo indelebile nella mia memoria. Di fatto Er Musicista è una canzone che racconta la strana vita di questo animale, indecifrabile, che è il musicista”.

Il film è tratto dal libro scritto insieme a Giacomo Gensini nel 2017 “Dove tutto è a metà” (edito da Mondadori) che Zampaglione ha annunciato con queste parole: “È una storia di vita, amicizia, sentimenti e sogni che ha come sfondo il mondo della musica. Racconterò il confronto tra due musicisti… Lodo giovane e pieno di grandi sogni da dividere con la sua band e Libero, una ex popstar in cerca del grande rilancio. È stata una bellissima avventura con un team di produzione eccezionale”.

Music,

Franco Battiato è morto a 76 anni nella sua residenza di Milo. I funerali avverranno in forma privata

 Ha spaziato tra una grande quantità di generi, dalla musica pop a quella colta, toccando momenti di avanguardia e raggiungendo una grande popolarità. Per Franco Battiato sono passati oltre 50 anni dalle sue prime esperienze musicali a Milano, dal suo primo contratto discografico ottenuto grazie al suo grande amico Giorgio Gaber che tra l’altro, insieme a Caterina Caselli, (i due conducevano il programma “Diamoci del tu”) ha ospitato, nel 1967, la sua prima apparizione televisiva. Lungo questi decenni Franco Battiato ha costruito un percorso davvero unico nel panorama italiano.

Un ironico libero pensatore che ha praticato l’arte della provocazione e che ha avuto pure una breve esperienza (non retribuita) come assessore alla Regione Sicilia con la giunta Crocetta, durata da novembre 2013 a marzo 2014 e finita in modo a dir poco burrascoso. “Franco Battiato era un genio ed era geniale in tutto quello che faceva, e oggi per Milo, ma per il mondo della cultura in generale, è uno giorno di grande tristezza”. Così Alfio Cosentino sindaco del paese dell’Etna dove l’artista aveva comprato una villa annunciando “il lutto cittadino il giorno dei funerali”.

“In generale – ricorda Cosentino – Battiato non si vedeva molto in giro, era una persona molta riservata, ma alla mano. Era un piacere parlare con lui e in paese gli volevano tutti bene. Per anni ci ha aiutato ad organizzare manifestazioni estive e molti grandi artisti venivano per lui”. (ANSA)

Music,

Per il suo nuovo singolo “Cinema” Samuel si è rivolto a Francesca Michielin

 Il brano, scritto e composto da Samuel, Colapesce e Federico Nardelli, arriva dopo “BRIGATABIANCA”, il secondo album solista del cantante torinese, uscito a gennaio. “Cinema” è un universo costellato di icone pop senza tempo, che conduce l’ascoltatore dentro un immaginario di riferimenti cinematografici attraverso l’erotismo delle opere di Tinto Brass, la nouvelle vague di François Truffaut, con il triangolo più famoso della storia del cinema messo in scena da Jules et Jim e la citazione del Quentin Tarantino di Jackie Brown, il tutto scandito dal sound della produzione di Federico Nardelli, che regala all’ascoltatore un immediato senso di spensieratezza.

Così Samuel racconta la genesi della canzone: «Questi ultimi mesi sono stati scanditi da grandissimi cineforum, spesso in solitaria. A guardare film d’autore, film d’essai, a perderci in quei luoghi della nostra fantasia che sono stati rappresentati abilmente da registi magici. Ora si sta tornando a un’altra esigenza: quella di uscire, incontrare i propri amici, rivivere la socialità, ricominciare a saltare». Con “Cinema”, Samuel e Francesca Michielin ci offrono un’anticipazione dell’estate, riportando alla mente lo svago, la leggerezza e il divertimento nella speranza che tornino al più presto i momenti in cui si potrà di nuovo stare insieme.