Browsing category

Music

Music,

“Pesche” è il primo singolo da solista per Federico Rossi del duo Benji & Fede

Si intitola “PESCHE” il primo singolo da solista di Federico Rossi, il cantante del duo dei record Benji & Fede, che torna con una produzione firmata ITACA, il team di producer formato da Merk&Kremont, Eugenio Maimone e Leonardo Grillotti. Dalle sonorità coinvolgenti “PESCHE” descrive la difficoltà di aprirsi completamente all’interno di un rapporto, nonostante il desiderio di lasciarsi andare e vivere a pieno un sentimento. Talvolta, ci vuole tempo per abituarsi ad una persona che è entrata da poco nella nostra vita, ma l’amore e la voglia di non perdersi permettono di superare ogni barriera e dirsi ogni cosa di sé.

“Volevo regalare al pubblico un pezzo che sapesse divertire, in un periodo storico complicato come quello che stiamo vivendo. – racconta Federico Rossi – Il brano nasce da una forte consapevolezza: il timore di rivelare completamente me stesso all’interno di una relazione. In Pesche, in modo molto ironico e leggero, descrivo la mia personale liberazione da questo stato d’animo. Per quanto abbia bisogno di tempo per lasciarmi andare, è impossibile nascondere un sentimento nuovo e, anche se lungo il percorso è possibile trovare diversi ostacoli, vale la pena viverlo. Perché se questo non è Amore, non può essere altro che… Pesche!”

Music,

“E poi finisco per amarti” è il singolo che anticipa il nuovo album di MOTTA

Motta torna con un nuovo lavoro a distanza di tre anni da  “Vivere o Morire” (TARGA TENCO per il miglior Disco in Assoluto) il secondo album del polistrumentista e cantautore toscano che ha esordito nel 2016 con “La fine dei vent’anni” (TARGA TENCO per la miglior Opera Prima).  “E poi finisco per amarti” apre la strada ad un disco al quale Motta ha lavorato nell’arco di tre anni con un grande lavoro di produzione e coinvolgendo musicisti italiani e internazionali. 

Con la sua voce al centro, in primo piano, e un sound personale ed elaborato, di respiro internazionale, “E poi finisco per amarti” è un brano sull’amore come avventura che richiede comprensione reciproca delle proprie fragilità, poiché, osserva Motta, “siamo esseri umani e in quanto tali sbagliamo, non ci capiamo perché è normale non capirsi quando si cambia”.

Motta

E’ un primo tassello di un disco che racconta un nuovo percorso di crescita sia personale sia artistico di un artista che cerca di far pace con le sue contraddizioni attraverso un processo di semplificazione e di ritorno alle cose semplici.

Music,

Alessandra Amoroso torna con ben due nuovi singoli: Piuma e Sorriso Grande

A due anni dal suo ultimo progetto discografico Alessandra Amoroso torna e lo fa con due brani inediti in cui si racconta: “Piuma” e “Sorriso Grande”. I brani sono due fotografie di momenti della vita di Alessandra che ha deciso di raccontare in musica perché nel periodo che stiamo vivendo, certe emozioni assumono un valore universale. “Piuma” è un brano che nasce da un momento di paura e di solitudine: due emozioni che nell’ultimo anno hanno accomunato molte persone, costrette dal momento storico all’isolamento nelle proprie case. Se all’inizio del brano queste emozioni, sommate al dolore per la fine di un amore,pesano come macigni sul petto, alla fine portano a reagire e raggiungere una nuova consapevolezza, quella che bisogna imparare a vivere “leggeri come una piuma”.

Questa consapevolezza porta a “Sorriso Grande”, un brano solare, aperto, carico di una ritrovata energia che rappresenta la rinascita, la riscoperta di sé sotto una nuova luce…l’immagine di una donna forte che sa chi è e cosa vuole e ha trovato il coraggio di essere se stessa.

 “Piuma” è stato scritto da Alessandra Amoroso insieme a Davide Petrella ed è prodotto da Francesco “Katoo” Catittimentre mentre “Sorriso grande” è stato scritto da Davide Petrella ed è prodotto da Dario Faini.

Music,

La colonna sonora del film GENITORI VS. INFLUENCER di Michela Andreozzi porta la firma di PACIFICO

Il cantautore e autore PACIFICO torna a scrivere per il cinema e firma la colonna sonora di “GENITORI VS. INFLUENCER”, il film di Michela Andreozzi, una co-produzione Paco Cinematografica e Vision Distribution con la spagnola Neo Art Producciones, prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia. Il film trasmesso su Sky Cinema Uno e disponibile anche on demand e in streaming su NOW TVNel cast Fabio Volo, Ginevra Francesconi e Giulia De LellisLa colonna sonora “Genitori VS. Influencer Original Soundtrack” (Edizioni Curci), composta dalle musiche originali e dal brano inedito “GLI ANNI DAVANTI” è firmata da Pacifico.

«In realtà non vedevo l’ora di riprendere a lavorare con le immagini. Sono un cinefilo devoto e onnivoro, amo i blockbuster come i film d’autore con tre linee di dialogo – afferma Pacifico – Michela Andreozzi mi ha contattato tramite Fabio Volo, amico sempre generoso con me. Con Michela non ci siamo mai incontrati, ci siamo solo scritti e parlati. Eppure, la sintonia è stata naturale e immediata. Mi ha citato riferimenti che erano gli stessi miei, aveva la stessa mia necessità di trovare un commento sonoro al film che fosse luminoso, incoraggiante. Ho scritto e suonato quasi tutto da solo, nel mio studiolo parigino, il Pippapà Studio, in pieno lockdown. Mi sono poi avvalso di collaboratori di valore, con alcuni di loro collaboro ormai da anni: Max Faggioni, ha mixato tutto presso Fonologie Monzesi, il suo studio. 

E mi ha assistito a distanza colmando le mie lacune tecniche. Antonio Leofreddi ha suonato come sempre impeccabilmente la viola, Silvio Masanotti le chitarre su un brano, Mario Mariotti la tromba. Michela aveva già pensato a mettere una mia canzone, e infatti Le Mie Parole nella versione di Samuele Bersani è a commento di una scena importante del film. A questa, e alle musiche scritte appositamente, ho aggiunto un brano inedito, “GLI ANNI DAVANTI”. Anche in questa canzone, come in molte delle mie, ho cercato di metterci un’esortazione, un invito a guardare con voglia e speranza agli anni che verranno».

Mambolosco
Music,

DEMONE è il nuovo singolo in uscita del trapper MAMBOLOSCO

“Demone” è un brano riflessivo, con cui MAMBOLOSCO mostra una parte di sé più vulnerabile e sensibile. Quella che il rapper mostra con le sue parole è una maggiore consapevolezza di sé stesso, di ciò che lo circonda e delle ombre che si celano dietro una vita scintillante. Il demone che ha in testa non è altro che la personificazione del turbamento con cui prima o poi, dopo aver raggiunto il successo, bisogna fare i conti e che costringe a porre sui piatti della stessa bilancia passato e presente, chi si era un tempo e chi si è diventato adesso, mettendo in luce entrambe le facce di una medaglia – la fama – che spesso è difficile indossare. Riflessioni che mostrano il segno di questo ultimo anno passato tra restrizioni e chiusure. 

“Demone” porta l’inconfondibile firma di MAMBOLOSCO, che in meno di due anni ha saputo farsi strada nel mondo dell’hip hop affermandosi come uno degli artisti più a fuoco dello scenario attuale. Dalla pubblicazione del disco d’esordio “ARTE”, certificato Disco d’Oro, a quella di “CALDO”, il joint album da 68 mln di stream uscito la scorsa estate e realizzato insieme all’amico e collega Boro Boro, che si è posizionato per quattro settimane consecutive nella Top20 degli album più venduti, il rapper ha collezionato un successo dopo l’altro, dando vita a vere e proprie hit che hanno scalato le classifiche e ottenuto svariate certificazioni. Tra queste, “Twerk” e “Lento”, rispettivamente Disco di Platino e Doppio Disco di Platino, che vedono entrambe la partecipazione di Boro Boro e che tutt’ora contano in totale 113 mln di stream su Spotify e più di 42 mln di views su YouTube. 

William Miller III Hickman, questo il suo vero nome, è nato a Vicenza nel 1990 ma è cresciuto negli Stati Uniti, dove torna spesso per visitare la famiglia paterna. Dopo diversi singoli pubblica il suo primo disco “Arte” a settembre 2019. Un lavoro nato negli anni anche grazie al supporto del collettivo SUGO GANG, formatosi a Vicenza e con il quale MamboLosco ha non solo scritto, registrato e prodotto i brani ma ha curato anche tutto quello che riguarda il contorno dell’album, dalle foto alla grafica. MamboLosco ha collaborato con molti artisti del panorama urban italiano tra cui Tony Effe, Pyrex, Shiva, Enzo Dong e Boro Boro.

Olivia Rodrigo photo by Stefan Kohli
Music,

OLIVIA RODRIGO star della serie “High School Musical” su Disney pubblica il suo nuovo singolo “Deja vu”

Acclamata da pubblico e critica come rivelazione del 2021, la cantante e autrice OLIVIA RODRIGO pubblica oggi il suo nuovo singolo “deja vu”. Questa nuova traccia inedita anticipa la pubblicazione del disco di debutto – scritto durante la quarantena- della giovane Rodrigo atteso per il prossimo 21 maggio. Con il suo pianoforte, Olivia ha composto brani emozionanti e personalissimi, scegliendo sia l’onestà che la vulnerabilità. Olivia è già una delle promesse della musica mondiale.  Grazie a sfavillanti melodie di pianoforte, synth di chitarra che sussurrano attorno alla voce crescente di Olivia, “déjà vu” fa di Olivia la più promettente giovane artista di quest’anno.

Scritta da Olivia lo scorso autunno, questa traccia sottolinea le sue grandi capacità autorali, la sua inconfondibile capacità narrativa e il suo talento nell’illustrare spazi emotivi che spesso rimangono inesplorati nella pop music. “Deja vu” è stata prodotta da Dan Nigro, suo abituale collaboratore e co-autore, già al fianco di Carly Rae Jepsen e Lewis Capaldi. “Il concetto di déjà vu mi ha sempre affascinata e pensavo fosse interessante parlarne in una canzone dove si racconta della complessità delle emozioni dopo la fine di una relazione” – dice Olivia che prosegue: “ho iniziato a scrivere e registrare deja vu lo scorso autunno e mi sono davvero divertita nel creare le differenti melodie e il tappeto sonoro che sentite durante tutto il brano”.

La next big thing della musica americana ha pubblicato l’8 gennaio 2021 la sua prima canzone, “drivers license” brano da record che ha debuttato alla posizione n.1 della Billboard Hot 100, rimanendo in vetta per 8 settimane consecutive. Certificato 2 volte platino dalla RIAA, è la prima canzone del 2021 ad ottenere la certificazione di Oro, platino e doppio Platino. Anche in Italia “drivers license” è stato successo tanto da essere stato certificato ORO ed essere stato tra I brani più programmati dalle radio del nostro paese. Ma non è tutto, “drivers license” ha mantenuto la vetta della classifica Radio americana per 5 settimane consecutive e il video ufficiale ha totalizzato oltre 170 milioni di views. Solo nella prima settimana di pubblicazione, “drivers license” ha totalizzato oltre 107 Milioni di stream globali e 62 milioni di stream nei soli Stati Uniti, secondo miglior risultato di sempre e miglior risultato degli ultimi 3 anni.

A parte aver debuttato in vetta ai principali servizi di stream digitali, “drivers license” ha superato il record di Spotify per il maggior numero di stream in un giorno per una canzone non natalizia (il 12 gennaio) e ha totalizzato il maggior numero di stream in una settimana per un brano di debutto nella storia di Spotify. Anche su Amazon Music I risultati non sono stati da meno: “drivers license” ha superato il record di maggior numero di stream in una settimana per un brano di debutto e il maggior numero in un giorno, senza dimenticare che è stata la canzone più richiesta ad Alexa in un giorno nel mondo. “Drivers license” ha superato anche il record dei BTS per il maggior numero consecutivo di settimane in vetta alla Billboard Global 200 (8 settimane consecutive) e ha debuttato al primo posto in U.K., Canada, Australia, Paesi Bassi, Norvegia, Irlanda, Nuova Zelanda e Portogallo. La canzone è ad oggi la prima traccia nella storia ad aver raggiunto la vetta sia della Billboard Global 200 che della Billboard Global Excl. U.S. simultaneamente per 8 settimane. Del brano “Deja vu” è disponibile anche il video ufficiale, girato a Malibu Beach, diretto da Allie Avital con la partecipazione di Talia Ryder.

Nominata da Variety tra “i personaggi giovani più potenti di Hollywood nel 2020”, Rodrigo ha recitato nel ruolo di Nini Salazar-Roberts nello show di Disney+, High School Musical: The Musical:The Series, di cui al momento stanno girando la seconda stagione. Per la colonna sonora della serie, Olivia ha composto il brano “All I Want“, divenuta una hit in grado di accumulare oltre 200 milioni di stream globali e debuttando nella classifica Billboard Hot 100. Il video del brano ha ottenuto oltre 29 milioni di views. 

Music,

Casa di specchi è il nuovo brano di Matteo Romano

Dopo il  successo di “Concedimi”, disco di platino e oltre 20milioni di stream su Spotify, Matteo Romano torna con un nuovo brano, “Casa di Specchi”, dal 30 marzo su tutte le piattaforme digitali su etichetta Polydor/Universal Music. “Casa di Specchi” è anche il primo brano inedito di un artista italiano ad essere disponibile in Dolby Atmos, il nuovo formato audio innovativo. Il brano, scritto da Matteo Romano e prodotto da TOM, è uno dei primi pezzi composti da Matteo al pianoforte.  

Casa di specchi è un brano che sento tantissimo, è uno dei primi che ho scritto e mi è molto vicino. Dopo Concedimi, con questo nuovo singolo voglio condividere una parte di me che ancora non ero riuscito ad esprimere, più emotiva e fragile. -racconta Matteo- Tengo davvero tanto a questo pezzo e spero la gente possa cogliere ciò che vale e significa per me: un’emotività ed uno sfogo impulsivo che nascono un po’ dal periodo che stiamo vivendo”.

Matteo Romano continua il suo percorso cantautorale iniziato la scorsa primavera quando il brano “Concedimi” aveva spopolato su Tik Tok creando un piccolo caso. Senza essere un “tiktoker” vero e proprio, Matteo aveva veicolato la sua musica sulla piattaforma social ricevendo un inaspettato e immediato gradimento che si era concretizzato in oltre due milioni di visualizzazioni. Da quel momento Matteo si è trovato al centro dell’attenzione scalando i vertici degli ascolti sulle piattaforme digitali. 

Music,

Warner Music per l’8 marzo tappezza Milano con l’immagine di 10 donne. Da Laura Pausini a Levante, da Dua Lipa a SIA.

“Respect/La Musica è donna” è il messaggio lanciato da Warner Music per l’8 marzo, con una campagna di affissioni di 800 cartelloni in giro per Milano che vedono protagoniste 10 star come Dua Lipa e Cardi B, Laura Pausini, Mina, Loredana Bertè, Lizzo, Aretha Franklin, Levante, Annalisa, Aya Nakamura e SIA. 


    “Un simbolo per evidenziare che l’8 marzo – spiega una nota della casa discografica – non è solo una singola data sul calendario ma un comportamento quotidiano basato sul rispetto reciproco senza più barriere di genere che ancora sono presenti nella nostra società”. (ANSA).

Music,

I Maneskin vincono la 71° edizione del Festival di Sanremo. Il premio della critica a Willy Peyote quello della sala stampa a Colapesce e Di Martino. Miglior testo Madame e miglior composizione a Ermal Meta

Nell’era covid ll rock si impone a Sanremo con i Maneskin, vincitori della 71° edizione del Festival della canzone italiana. Premio della Critica Mia Martini (assegnato dalla Sala Stampa Roof dell’Ariston): Willy Peyote con ‘Mai dire mai (La Locura)’. Premio della sala stampa “Lucio Dalla”: Colapesce Dimartino con ‘Musica leggerissima’. Premio “SERGIO BARDOTTI” per il miglior testo: Madame con ‘Voce’. Premio “GIANCARLO BIGAZZI” per la miglior composizione musicale: Ermal Meta con ‘Un milione di cose da dirti’.

Maneskin

Willy Peyote

Colapesce e Di Martino
Madame

Ermal Meta

Gruppo rivelazione del 2017, i Måneskin, il cui nome significa “chiaro di luna” in danese, sono: Damiano cantante, Victoria al basso, Thomas alla chitarra e Ethan alla batteria. Alcuni dei componenti si conoscono fin dai tempi delle medie, ma è solo nel 2015 che i ragazzi iniziano a suonare insieme. Il sound della band è caratterizzato dalle diverse influenze musicali dei membri: un mix di rock, rap/hip hop, reggae, funky e pop, il tutto tenuto insieme dalla voce soul di Damiano, frontman del gruppo. Tutto ciò si rispecchia anche nel look della band, grazie al loro gusto ricercato che caratterizza lo stile di ogni membro. Durante i live show di X Factor 11, i giovani artisti hanno avuto modo di distinguersi e di colpire l’immaginario del pubblico, mostrando un’insolita padronanza del palco, estremamente notevole vista la giovanissima età. “Chosen”, il loro primo inedito, presentato durante il programma, conta milioni di streaming e visualizzazioni ed è stato certificato doppio platino“Chosen” è anche il nome dell’EP di debutto, edito a dicembre 2017 da Sony Music e prodotto da Lucio Fabbri, che è stato certificato platino a soli due mesi dall’uscita.

La band ha registrato sold out in poche ore di tutte le 21 date del primo tour prodotto da Vivo Concerti (febbraio/aprile 2018). A marzo 2018 è uscito il singolo “Morirò da Re” (triplo disco di platino), seguito da “Torna a casa” (quintuplo disco di platino). I brani hanno anticipato il nuovo album “Il ballo della vita” (doppio disco di platino), interamente scritto dai Måneskin e prodotto insieme a Fabrizio Ferraguzzo, uscito il 26 ottobre 2018. Il disco ha debuttato al #1 della classifica FIMI/Gfk con quattro singoli in Top Ten e, in meno di due ore dalla pubblicazione, ha raggiunto la posizione #1 della classifica iTunes, entrando, in un solo giorno dall’uscita, in TOP 50 Spotify con tutti i suoi brani e totalizzando 1 milione di stream in meno di 24h. A febbraio 2019 il gruppo ha attraversato in tour tutta Europa, prima di tornare nei principali club e festival italiani con la tranche primaverile ed estiva de “IL BALLO DELLA VITA TOUR”, che si è conclusa il 14 settembre 2019 con una data speciale al Carroponte di Milano. I Måneskin si sono poi esibiti il 28 novembre 2019 in un unico live speciale al The Dome a Londra, che ha registrato il tutto esaurito. Da settembre 2019 è in radio “Le parole lontane”, il singolo in italiano della band certificato disco d’oro. Ad oggi Damiano, Victoria, Thomas e Ethan hanno conquistato 16 dischi di platino, 5 dischi d’oro e hanno collezionando più di 140.000 biglietti venduti con 70 date sold out in Italia e in Europa. Il 30 ottobre 2020 pubblicano il nuovo singolo “Vent’Anni” (disco di platino) accompagnato da una campagna fotografica firmata da Oliviero Toscani. Partecipano con “Zitti e Buoni” alla 71a edizione del Festival di SanremoIl 19 marzo 2021 esce il secondo album “Teatro d’ira – Vol. I”.

Gaudiano
Music,

Gaudiano è il vincitore delle Nuove Proposte di Sanremo. Il premio della critica a Wrongonyou mentre quello della Sala Stampa a Davide Shorty

Gaudiano con il brano “Polvere da sparo” vince il festival di Sanremo tra le Nuove Proposte. Secondo Davide Shorty con il brano Regina, vincitore del premio della Sala Stampa Lucio Dalla.

Shorty – EPA/ETTORE FERRARI

Al terzo posto Folcast con il brano Scopriti, quarto Wrongonyou con il brano “Lezioni di volo”, vincitore del premio della critica Mia Martini. A votare sono stati chiamati la sala stampa (33%), la giuria demoscopica (33%) e il pubblico con il televoto (34%).

Wrongonyou ANSA/ETTORE FERRARI

Nessun nome d’arte, ha scelto di farsi chiamare semplicemente Gaudiano in onore del papà venuto a mancare due anni fa. E il successo di ieri è arrivato fino in cielo, lì in alto dove il cantante ha preso ispirazione per scrivere il brano. Proprio in quel viaggio dalla città in cui è nato e cresciuto, Foggia, verso quella dove si sta realizzando a livello lavorativo, Milano. Un testo scritto a braccio, con la mano che andava da sola seguendo le emozioni del cuore: ‘Polvere da sparo‘ racconta il dolore per la perdita del padre e l’elaborazione del lutto, abbattendo quel tabù per il quale spesso si evita di parlare di malattie.

Gaudiano – ANSA/ETTORE FERRARI

“E’ qualcosa di eccezionale. Dedico questa vittoria a mio padre, alla mia famiglia a tutte le persone che mi hanno permesso di essere qui. Due anni fa mio padre è andato via, ma ora lo sento qua con me”. Con le lacrime agli occhi, Gaudiano – che sulla mano sinistra ha in bella vista il simbolo della campagna “I diritti sono uno spettacolo, Non mettiamoli in pausa” – ha ricevuto il premio per la vittoria tra le Nuove Proposte.

Gaudiano – ANSA/ETTORE FERRARI

Luca Gaudiano nasce a Foggia il 3 dicembre del 1991, da madre docente di lettere e papà ingegnere. Ed è proprio al padre, scomparso per un tumore al cervello ad iniziarlo alla musica, regalandogli una chitarra per il suo quindicesimo compleanno. Dopo il diploma, si trasferisce a Roma per approfondire gli studi musicali. Vive alcune soddisfacenti esperienze nell’ambito del teatro musicale e decide di concentrarsi sulla sua musica.

Gaudiano ANSA/ETTORE FERRARI

Si definisce “un reduce di guerra salvato dalla musica”. L’esperienza traumatica della malattia paterna lo spinge a trasferirsi a Milano, dove trova ispirazione per la produzione dei suoi brani, che registrerà insieme al producer Francesco Cataldo, grazie all’incontro con Adom Srl e Leave Music. Il 25 settembre 2020 debutta con un 45 giri digitale. “Le cose inutili” (Leave Music), con all’interno un lato A, “Le cose inutili”, singolo di punta dell’esordio scritto durante lockdown, e un lato B, “Acqua per occhi rossi”.
   

claudio Coccoluto
Music,

Morto a 59 anni Claudio Coccoluto fuoriclasse italiano della consolle

Appena diffusa la notizia della sua morte, i social sono letteralmente esplosi, perché tanti, tantissimi, hanno ballato con la sua musica. Ed oggi che la pandemia ha spento da un anno le luci dei locali notturni, la nostalgia per le serate magiche che sapeva regalare si è fatta ancora più forte. Si è spento a 59 anni, nella sua casa di Cassino, Claudio Coccoluto, uno dei più noti dj italiani. Il più grande, secondo molti, capace di portare i suoi ritmi e le sue sonorità innovative da una parte all’altra del mondo.

Come ricorda il sito de Il Corriere della Sera, che ha dato la notizia della scomparsa, l’artista lottava da un anno contro una grave malattia. Lascia la moglie Paola e ai figli Gianmaria e Gaia. Aveva cominciato a giocare con i dischi da ragazzo nel negozio di elettrodomestici del padre a Gaeta, città di cui era originario. Le prime performance su Radio Andromeda, l’emettente locale, poi in altre radio pirata, e nelle discoteche, dove lo chiamano semplicemente C.O.C.C.O. o Cocodance. Da lì un’escalation che lo ha portato ad esibirsi in alcuni dei locali più noti al mondo della scena europea, a partire da Londra, e americana. Fu, ad esempio, il primo artista europeo ad esibirsi nel Sound Factory Bar di New York.

Claudio Coccoluto, membro della giuria di qualita’, sul palco del teatro Ariston durante la quarta serata del Festival di Sanremo, 15 febbraio 2013. ANSA/ETTORE FERRARI

Una produzione mai scontata, sperimentando sonorità nuove della musica elettronica, che lui stesso definiva underground, per segnare uno stile tutto suo che miscelava i generi più disparati, dalla house di Chicago e Detroit fino ai ritmi latini, sempre con l’obiettivo di creare un feeling con il pubblico nei grandi party che lui guidava. Era ricercatissimo per i compleanni di personaggi noti, per serate organizzate da grandi aziende, ma anche per eventi musicali come gli Mtv Awards. Nel 2003 Pippo Baudo lo chiamò anche, primo dj italiano, nella giuria di qualità di Sanremo, dove poi tornerà per altre due volte per portare una voce diversa in un mondo apparentemente lontano dal suo. Ora sono in molti sui social a chiedere che il Festival, che partirà stasera, gli renda omaggio, ricordando anche il rapporto tra Fiorello e il dj, che suonò al suo compleanno, mentre la sorella dello showman Catena raccontò la sua storia le libro ‘Nati senza camicia’.

   Il suo nome era indissolubilmente legato alle serate romane. Soprattutto al Goa, locale da lui fondato insieme a Giancarlino, che ora lo ricorda come “il maestro più grande e l’amico di sempre. Un artista fuori dal coro, sempre pronto a metterci la faccia con i media sia per gli aspetti gioiosi sia per i problemi del nostro settore”. E’, infatti, durante la pandemia, Coccoluto non ha mai mancato di ricordare i mille problemi del mondo dello spettacolo, fermo al palo. In carriera anche collaborazioni con riviste, come L’Espresso, per raccontare la vita notturna in Italia, apparizioni nel mondo del cinema e, soprattutto, della tv. Con la ‘Iena’ Andrea Pellizzari realizzò nel 2001 il programma ‘Ibiza’, sulla vita notturna nell’isola. Fu ospite del “Maurizio Costanzo Show”, di “Lucignolo” su Italia 1, di “Fa la cosa giusta” su La7 e di “Matrix” su Canale 5, spesso per parlare del tema degli stupefacenti. Con l’amico Pierluigi Diaco, si spinse anche nel mondo della scrittura come, ad esempio, con ‘Io, Dj’ del 2007.

   Tante attività, a dimostrazione della poliedricità dell’artista, che nel cuore aveva prima di tutto la musica, la sua collezione di oltre 70 mila vinili, quei vinili che mixava nel suo show cult “C.O.C.C.O.”, in onda su radio Deejay dal 2003 al 2009. Dal ’90 in poi produsse anche album come ‘Do It Whitout Thinkin’, ‘Afromarslight’, ‘Mind Melody 3.0’, ‘Imusicselection5 – Vynil Heart’, una sequenza unica di effetti mixati a mano libera. Collaborò anche con Jovanotti e con i Subsonica per il fortunato album “Microchip Emozionale”. E saranno sicuramente molti oggi, alla notizia della sua scomparsa, ad aver voluto riascoltare la sua hit ‘Belo Horizonti’, per riassaporare per un attimo la magia e il divertimento che seppe dare a tutti nell’estate del ’97. (ANSA)

B3M
Music,

Benjamin Mascolo (B3N) viaggia ormai da solo. Fuori “California” il suo primo ep da solista.

Anticipato dal singolo Finchè le stelle non brillano”è uscito finalmente il primo album da solista di B3N: “California”. Nato tra l’America e l’Italia, contiene 6 tracce ed è la prima metà di un album a due anime la cui seconda parte uscirà in un secondo momento: due lati dello stesso artista che per la prima volta abbandona la veste di solo musicista e canta.

“Questo canta? Ma non suonava e basta?” Queste sono le parole del brano di “Ricomincio”  ed è quello che si domanderanno tutti ascoltando questo album – racconta B3N –  “Ho cambiato la mia vita nel momento in cui tutto andava bene. Mi sono rimesso in gioco prendendo una strada in salita, ma ogni cambiamento fa parte della nostra crescita così alcuni momenti difficili quando sembra che tutto vada bene”. È online inoltre il video di “Finchè le stelle non brillano”, scritto e diretto da The Astronauts e con la partecipazione di Bella Thorne, l’attrice, cantante e regista statunitense, compagna nella vita di Ben.

Il video è il racconto di un viaggio sia letterale che metaforico. Letterale perché tutto il video è ambientato e incentrato attorno ad un’automobile che sta realmente viaggiando per le strade di una metropoli e metaforico perché al suo interno, B3N e Bella compiono anche un viaggio interiore, attraversando vari momenti della loro storia d’amore.

L’idea centrale del video ruota attorno a questa metafora. Esattamente come avviene nella vita, in cui più si cresce, più i ritmi di vita diventano frenetici, più aumentano i pericoli e le difficoltà da schivare. La storia di questa coppia diventa dunque una storia universale che accomuna milioni di coppie che come i nostri protagonisti amano vivere e lasciarsi “trasportare” da un amore così vivido, passionale a tratti folle e poco razionale.

Questa la track list di “California”

  1. LOS ANGELES
  2. FINCHÈ LE STELLE NON BRILLANO
  3. MARILYN MONROE
  4. CALIFORNIA
  5. SARA LO SA
  6. RICOMINCIO
Music,

Arisa per la serata dei duetti del Festival di Sanremo sceglie Michele Bravi

Giovedì 4 marzo, per la terza serata del Festival di Sanremo, ARISA interpreterà in duetto con MICHELE BRAVI il brano “Quando” di Pino Daniele. L’artista ha scelto di omaggiare e di eseguire questa celebre canzone del 1991 di Pino Daniele, colonna sonora del film “Pensavo fosse amore… invece era un calesse” (diretto e interpretato da Massimo Troisi). Per arricchire la sua interpretazione, Arisa canterà il brano sul palco dell’Ariston con il cantautore Michele Bravi, che ha da poco presentato il suo ultimo progetto discografico, il concept album “La Geografia del Buio”.

Arisa è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Potevi fare di più” , contenuto nel suo prossimo album di inediti. Scritto da Gigi D’Alessio, parla di un momento di liberazione da una relazione tossica. Racconta la storia di una donna che cerca la forza di dire basta ad un amore che si è spento e ai continui tentativi di tenerlo in piedi. Questa sarà la settima partecipazione al Festival di Sanremo per l’artista che si è già aggiudicata due vittorie: la prima nel 2009, nella categoria Nuove Proposte, con il brano “Sincerità”, e la seconda nel 2014 nella categoria Campioni con “Controvento”. Nel 2015, inoltre, Arisa è stata co-conduttrice della 65° edizione del Festival.

Nel corso della sua carriera Arisa si è contraddistinta per il suo raffinato timbro vocale e per la sua versatilità: oltre che nella musica ha anche lavorato nel mondo cinematografico, come attrice e doppiatrice, e in ambito televisivo, come giudice di importanti talent show (X Factor e Amici) e come presenza fissa in programmi televisivi (Victor Victoria – Niente è come sembra). Ha all’attivo sei album in studio, un Ep e due raccolte, vanta quattro certificazioni Platino (con “Malamorenò”, “La notte”, “Meraviglioso amore mio”, “Controvento”) e due certificazioni oro (con “L’amore è un’altra cosa” “Guardando il cielo”).

Si è aggiudicata vari riconoscimenti, tra i quali il Premio Assomusica Casa Sanremo e il Premio della Critica “Mia Martini” al Festival di Sanremo 2009, un Venice Music Awards nel 2009, il Premio Lunezia e il Premio Sala Stampa al Festival di Sanremo 2012, due Wind Music Awards, un Premio TV – Premio regia televisiva, oltre ad una candidatura al Premio Amnesty Italia (nel 2016 per il valore letterario del brano “Gaia”) e due al Nastro d’argento nella categoria migliore canzone originale (nel 2017 per “Ho perso il mio amore” e nel 2018 per “Ho cambiato i piani”).

Malika Ayane
Music,

Malika Ayane tra le protagoniste del Festival di Sanremo 2021

Malika Ayane parteciperà al 71° Festival della Canzone Italiana di Sanremo, in gara nella categoria Campioni, con il brano “Ti piaci così”, scritto e composto in collaborazione con PacificoRocco Rampino Alessandra Flora. Il centro di “Ti piaci così” è la consapevolezza di sé, lo scoprirsi risolti, l’avere voglia di vivere con gusto. Nella vita di tutti arriva un momento in cui si comprende che giudicarsi severamente non ha senso, ma nemmeno giustificarsi a prescindere. Ti piaci così è una canzone sul riconoscersi senza biasimo. È un invito a ballare scalzi, a cantare a squarciagola o scegliere di cambiare strada per scoprire qualcosa di nuovo. È un invito a celebrare se stessi per il solo fatto di essere al mondo.

Nella Serata del Festival dedicata alla Canzone d’AutoreMalika Ayane ha scelto “Insieme a te non ci sto più“ il celebre brano di Paolo Conte portato al successo nel 1968 da Caterina Caselli. Le strade del cantautore e di Malika Ayane si riuniscono nuovamente, dopo una precedente collaborazione discografica. Con la sua voce dalle sfumature inconfondibili, Malika Ayane è da sempre un riferimento di cantautorato raffinato e contemporaneo e torna a Sanremo per la sua quinta partecipazione dopo aver conquistato in più occasioni il Premio della Critica “Mia Martini”.

Malika Ayane
Malika Ayane by Julian Hargreaves

Distinguendosi per le sue sonorità e per la costante ricerca di toni diversi, Malika Ayane è un’artista che tramite la sua voce e i testi delle sue canzoni, ama narrare il presente, riuscendo ad essere sempre innovativa, attuale e contemporanea.

Nathan evans
Music,

Nathan Evans da postino al podio delle chart grazie ad un canto tradizionale neozelandese


La storia del singolo di Nathans Evans Wellerman (220Kid & Killen Ted Remix), è alquanto bizzarra. Il tutto è iniziato lo scorso anno quando Nathan, postino scozzese, ha iniziato a caricare canzoni su TikTok dopo aver finito il turno di lavoro.

La versione della ballad neozelandese, Wellerman, pubblicata su TikTok lo scorso dicembre è divenuta immediatamente virale tanto da raggiungere oltre 500mila follower e più di sette milioni di visualizzazioni. Nathan ha firmato con Polydor Uk e ad oggi si dedica a tempo pieno  alla  carriera musicale:  il brano è stato  remixato da 220 KID X Billen Ted raggiungendo la cifra di 1 milione di stream giornalieri a livello globale.

Il remix si è classificato al #1 della classifica inglese e nella US Dance Chart. Ad oggi il brano è entrato nella top100 global di Spotify. Inoltre  il singolo  è alla posizione numero 3 (nella sua versione originale) e numero 4 ( versione remix) della classifica VIRAL di SPOTIFY in ITALIA.

Il 26enne ex-postino scozzese è arrivato ad un successo inaspettato:  “questo dimostra che se ci credi veramente tutto può succedere.”

Emanuele Aloia
Music,

“Quando Dio ti ha inventata” è il nuovo brano di Emanuele Aloia

Dopo il successo di “Girasoli”, disco d’oro, e “Il bacio di Klimt”, doppio disco di platino e in posizione #20 nella classifica delle canzoni più acquistate del 2020 all’interno della TOP 100 FIMI Italia, Emanuele Aloia torna a sorprendere i propri fan a poche settimane di distanza da “L’urlo di Munch”.

“Quando Dio ti ha inventata” è una ballad coinvolgente, una dichiarazione d’amore travolgente che chiede in prestito la bellezza ed il romanticismo ad alcuni dei pittori e autori delle opere più iconiche di sempre, permettendo così a Emanuele di proseguire il filone artistico iniziato con i suoi precedenti singoli.

Emanuele Aloia

«Mesi fa scrissi una canzone, una di quelle canzoni che non è facile da definire. Ci vedo dentro tutte le sfumature della vita che forse, è l’opera d’arte più bella tra tutte quelle che avrei potuto citare. Non ha un titolo di un dipinto perché questa volta non sarebbe bastato. Dentro ci sono l’Amleto di Shakespeare, Bukowski, Chagall, Modigliani e Michelangelo che con ‘’La creazione’’ ne incarna il senso più profondo. Non so per chi io l’abbia scritta, so solo che è un brivido lungo la schiena

Music,

Gio Evan approda a Sanremo con Arnica

Con “Arnica” Gio Evan approda a Sanremo in veste di cantautore dopo aver raccolto negli anni un riscontro sempre maggiore da parte dei fan che lo hanno apprezzato inizialmente come scrittore di poesie e successivamente anche come interprete e autore di canzoni.  Il titolo, “Arnica”, è una metafora che racchiude il senso della canzone: come l’arnica può curare i traumi fisici, così con la canzone Gio ha potuto alleviare i traumi dell’anima.

Il brano è parte del suo terzo disco, “Mareducato”, in uscita il 12 marzo. Il disco si può definire un vero e proprio concept album, realizzato in due parti. Nella prima parte ci sono dieci canzoni che rappresentano le tappe di un viaggio immaginario dalla riva al profondo del mare, dove ogni fase è uno stato d’animo, conoscenza di se stessi e dei propri limiti. Nella seconda parte Gio dà spazio all’arte poetica recitando dieci poesie inedite accompagnate dalla musica.

Inoltre dal 16 marzo, per chi vuole fare un viaggio a 360° nel mondo di Gio Evan, è possibile acquistare l’album insieme al nuovo libro “Ci siamo fatti mare”.

Music,

Emma & Alessandra finalmente insieme per “Pezzo di cuore”

Dopo oltre 10 anni di amicizia sincera, di carriere che corrono parallele, di crescita artistica e personale, Emma e Alessandra Amoroso hanno unito i loro mondi e cantano per la prima volta insieme un brano inedito: Pezzo di cuore (prodotto da Dardust, che ha anche scritto il brano con Davide Petrella), in uscita il 15 gennaio.

«La volontà di fare una canzone insieme era nell’aria già da un po’ di anni – racconta Emma -. Ma Pezzo di cuore è nato da una scelta istintiva: ha sentito la necessità di far ripartire il 2021 con una sensazione di sano ottimismo. Ho chiamato Dardust, gli ho passato tutti i miei pensieri che lui con Petrella ha tradotto in musica e parole. Poi l’ho mandata su Whatsapp ad Alessandra scrivendole: è la nostra canzone, non penso tu possa dirmi di no».

«E infatti non le ho potuto dire di no – aggiunge Alessandra Amoroso -. Quando ho ascoltato il brano ho pensato a un dialogo tra me e lei. Pezzo di cuore non è solo un titolo, ma la verità».

Music,

Ermal Meta esce con un nuovo singolo dal titolo “No Satisfaction”

A distanza di 1.072 giorni dalla pubblicazione dell’ultimo album di inediti, quel “Non abbiamo armi” che includeva “Non mi avete fatto niente”, vincitore con Fabrizio Moro del Festival di Sanremo nel 2018, ERMAL META torna con il nuovo singolo “NO SATISFACTION” .

Il brano si basa su pochi concetti essenziali e fotografa in maniera precisa e spietata il nostro – qualsiasi – quotidiano, ricordando una cosa che tutti dimenticano: “per chi perde, per chi vince, il premio è uguale”.

Anche il video sposa la stessa filosofia del brano; l’essere o l’apparire da sempre divide l’umanità ed impegna filosofi e talk show più o meno accreditati, come spesso ci si sente, non sempre a proprio agio, con occhi che vedono ma non guardano. La regia di Andrea Folino mette a nudo sia il protagonista che le persone che lui incrocia nel suo cammino che si riempie di dubbi ad ogni passo.

“No satisfaction” inaugura il nuovo percorso di Ermal Meta, che passo dopo passo e canzone dopo canzone lo porterà al nuovo album, di prossima uscita.

Un nuovo percorso in tutti i sensi; la canzone che non ci si aspettava, le parole che si attaccano addosso come tatuaggi tribali, un nuovo sound che fa sognare ad occhi aperti il momento nel quale verrà suonata dal vivo e finalmente si potrà sudare con lei.

Ermal Meta è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Un milione di cose da dirti”.

Music,

Fuori EUFORIA di CHRIS NOLAN con TEDUA, MADAME, AIELLO e BIRTHH

Esce oggi  “Euforia”, il nuovo singolo di Chris Nolan, produttore tra i più quotati della scena urban attuale, con la collaborazione di Tedua, Madame, Aiello e Birthh.

Euforia”è un brano dall’atmosfera calma e soffusa, in cui ogni voce porta il suo punto di vista tra tematiche come rivalsa, riscatto, il peso della fama e relazioni complicate. I quattro artisti coinvolti colorano il brano con la propria visione musicale, in un risultato finale che non si incanala in un genere unico ma accompagna l’ascoltatore in un viaggio sonoro tra diverse sfumature. 

Chris Nolan, nome d’arte di Christian Mazzocchi, è un giovane producer italiano classe ’95. La sua firma è presente in alcuni album dei più importanti rapper italiani come Ghali, Ernia, Sfera Ebbasta e Ketama 126. In “Euforia” è accompagnato da un quartetto d’eccezione, specchio della creatività della nuova generazione musicale italiana: Tedua, artista con cui il produttore ha avviato un sodalizio artistico tra i più interessanti degli ultimi anni, Madame, la nuova voce del rap italiano, Aiello, simbolo del new pop con già oltre il milione di ascoltatori mensili su Spotify e Birthh, astro nascente del dream pop.